ANDIAMO A VELA

NEI WEEKEND

Ciao a tutti i Marinai Williams e a voi genitori.

Questo anno abbiamo una grande novità per tutti voi.

Da questo anno siamo diventati “Armatori”( dicasi ARMATORE colui che acquista una imbarcazione) di una imbarcazione a vela, e siccome è stata acquistata dall’Associazione Genitori Sindrome di Williams, siamo tutti armatori.

Ragazzi vi presento “ SASSICAIA”.

Sassicaia è un cabinato a vela di mt.8,70 di lunghezza “armato” con un “ FIOCCO” ( per voi genitori il fiocco è la vela di prua, [ prua= d’avanti] )e la vela principale “RANDA”, con 5 cuccette, angolo cottura, wc elettrico, motore entro bordo.

Lo so già qualcuno di voi sta dicendo perché non l’hai chiamata AGSWILLIAMS?

Dovete saper, marinai d’acqua dolce, ( mi riferisco sempre ai genitori ) che porta male cambiare il nome ad una imbarcazione e siccome i marinai sono molto superstiziosi, e noi siamo grandi marinai il nome rimane “SASSICAIA”. Poi è il nome di un favoloso vino Toscano e a noi il vino ci piace quindi va bene così.

SASSICAIA ha 5 cuccette, angolo cottura, timone a barra è armato ( sempre per i genitori armato non vuol dire che abbiamo a bordo dei siluri o dei missili terra aria, ma che è equipaggiata) con un fiocco e avvolgi fiocco, ed una randa. ( di nuovo per i vs. genitori il fiocco è la vela in testa alla prua, [ la prua è la parte d’avanti della barca l’avvolgifiocco è il meccanismo per cui dalla zona prodiera, dietro, verso il timone, si avvolge la vela, la randa è la vela principale quella più grande ).

Che cosa faremo con questa barca?

Un sacco di cose

Per primo l’ha adopereremo per Vivere il Mare 2019 e poi per tutta la stagione, le belle giornate iniziano a metà Marzo inizio Aprile.

Mi spiego meglio, in barca ci si può sempre andare, anche in inverno ma l’inverno da noi è un pò “rigidino” e non mi sembra il caso però dai primi giorni di primavera si che si può.

La conformazione della barca può accogliere sino ad un massimo di 7 persone ed un massimo di 5 per dormirci, per cui ho pensato a questo nuovo progetto: “ ANDIAMO IN VELA NEI WEEKEND”.

L’idea è quella di un progetto di autonomia in barca, anziché in appartamento, niente genitori, voi e il vs. capitano, Io.

3\ 4 ragazzi alla volta verranno a Fano e vivranno in assoluta autonomia un weekend in barca a vela, dormiremo in barca, ( sempre ormeggiati in porto) ci cucineremo il pranzo e la cena in barca, in quei giorni non esisteranno diete, o Dottori\sse che ci dicano: “70 grammi massimo massimo di pasta condita con un filino di olio di oliva che troppi carboidrati fanno male, niente pizza, niente cioccolate etc.etc. Saranno ammessi a bordo solo Dottori\sse che lasceranno all’ingresso del porto camici, stetoscopi e altri diavolerie varie, dovranno portare solo il costume, nutella quella nella confezione MAXI, pizze, bianche, rosse, verdi farcite , ripiene di cioccolate crema, insomma tutto quello che ci fa male ma che per 3 giorni chi se ne frega.

Funzionerà cosi: Il venerdi i ragazzi raggiungeranno il porto di Fano, dove ci sarò io ad aspettarli.
Tutti assieme ci imbarchiamo su Sassicaia sino alla Domenica pomeriggio.

All’arrivo, dopo aver preso possesso delle cuccette, faremo “ cambusa “ ( sempre per i genitori: faremo la spesa per i tre giorni di weekend), dopo di che inizieremo a fare delle uscite in barca a vela. Se il tempo c’è lo concederà potremmo anche fare dei piccoli trasferimenti di un giorno e una notte, magari sino ad arrivare a Numana o Sirolo, sotto Ancona. Li c’è una bellissima spiaggia che si può raggiungere solo dal mare, e c’è un gruppo di esperti subacquei che organizzano delle semplici immersioni attorno alle “ Due sorelle” ( per tutti: sono due promontori identici che emergono dall’acqua di fronte alla spiaggia) e dove sotto c’è un sacco di pesce che non si può pescare ma che si può fotografare. Nel caso che il tempo fosse meno clemente veleggeremo di fronte al porto di Fano o Pesaro, magari caleremo l’ancora e sfodereremo le canne da pesca, chissà che qualche pesce suicida non decida di abboccare ai nostri ami.

Quindi ragazzi da quest’anno avremo più occasioni di incontrarci, di fare più barca vela associandola ad una esperienza di vita in autonomia a bordo di una barca a vela, ma soprattutto avremo più tempo per ”SPACCAREEEEEEEEE

Ragazzi io spero che sia un progetto per cui tanti di voi vi parteciperanno, se avete impegni con il lavoro questa soluzione del weekend vi permetterà di partecipare senza dover richiedere lunghi giorni di ferie, al massimo una mezza giornata, perché poi il lunedi sarete di nuovo sul posto di lavoro.
Sarà una esperienza nuova per alcuni di voi vivere in barca a vela in assoluta autonomia assieme ad altri vs. amici.

 

N.B. QUESTO PROGETTO NON SARA’ RIVOLTO SOLO IN ESCLUSIVA ALLE FAMIGLIE WILLIAMS MA L’ASSOCIAZIONE GENITORI SINDROME DI WILLIAMS HA, COME DA SEMPRE, PENSATO CHE QUESTE ESPERIENZE VANNO CONDIVISE CON ALTRI RAGAZZI SPECIALI COME NOI. QUINDI SIG.RE SINDACO, OLTRE CHE CHIERDERLE IL PATROCINIO DEL COMUNE LA PREGO PER NOSTRO CONTO DI PRODIGARSI PER COINVOLGERE I SERVIZI SOCIALI NEL METTERE A CONOSCENZA DELLE ALTRE ASSOCIAZIONI DI QUESTA INIZIATIVA RICORDANDO LORO CHE NON AVRANNO NESSUN COSTO E CHE POTRANNO CONTATTARMI AL 324\6247139 PER ORGANIZZARE PER TEMPO LE USCITE IN MARE.